Alla ricerca di nuovi Marker dell Insufficienza Renale Acuta



test insufficienza renale bioportoInsufficienza renale acuta (IRA) e cronica (IRC) venivano considerate fino a poco tempo fa due entità distinte e soprattutto con poche probabilità che il manifestarsi della prima avesse conseguenze potenziali sullo svilupparsi della seconda.
Oggi le ultime ricerche stanno ribaltando tale paradigma e la disponibilità di test che possano accertare precocemente una IRA potrebbero essere di vitale importanza per prevenire la spirale di conseguenza negative che può innescare una IRC.
I test attuali, basati principalmente sulla creatinina, spesso stabile per 24-48 ore anche in caso di IRA, non sono assolutamente sufficienti per una analisi fine del fenomeno, per cui la comunità scientifica sta cercando nuovi test , molti dei quali sono ancora in fase di ottimizzazione.

La Neutophil Gelatinasi-associata Lipocalina (NGAL) e la Kidney Injury Molecule 1 (KIM1) sono, a detta del Cronic Kidney Disease BioMarker Consortium, due tra i markers più promettenti come pure la N-acetil-beta-glucosaminidasi (NAG) un marker del danno precoce al tubulo prossimale. In particolare la NGAL ha dimostrato una variazione nelle conscentrazioni ematiche già a 2-3 ore dall’evento renale acuto.

La societa’ danese BioPorto ha recentemente messo in commerc io un test per NGAL disponibile per analizzatori Siemens e Beckman Coulter, in Europa e Canada.

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online