Aziende che potrebbero risollevare l’industria dell’Epatite C nel 2013



JOHN TUCKER – SAGIENT RESEARCH

tratto dall’intervista a “the life science report”.

John Tucker ricercatore Sagient

C’è stato molto interesse attorno allo sviluppo di farmaci per l’HCV (epatite C) nel 2012. E’ stato un trend di crescita significativo per molti investitori, ma qual’è il panorama per il settore HVC nel 2013?

JT: Al momento l’HVC viene trattato in 6-12 mesi con interferone, ribavirina e inibitori delle proteasi, con Incivek della Vertex (VRTX) o con Victrelis della Merk (MRK). La presenza di interferone in questi trattamenti è abbastanza problematico perchè deve essere iniettato e ha numerosi effetti collaterali, nonostante durante l’EASL di Aprile sia stato presentato un trattamento efficace privo di interferone che ha sorpreso tutti. Da allora ci sono stati miglioramenti nel trattamento, e nel prossimo futuro la competizione sarà probabilmente concentrata tra Gilead Sciences (GILD) e Abbot (ABT). La Gilead dispone di un regime di trattamento basato su 2-3 farmaci, probabilmente tramite una pillola giornaliera, mentre il trattamento Abbot è più complesso ma con una possibilità di range di pazienti trattabili più ampio ed una durata del trattamento inferiore. Anche la BristolMeyers Squibb (BMY) dispone di un trattamento con 3 farmaci che sembrerebbe interessante. Sono sicuramente questi i protagonisti di questo settore da tenere d’occhio nel 2013.

 

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online