Conta dei Leucociti senza prelievo di sangue, nuova tecnologia dall’ MIT



uno dei tre prototipi in azione nella conta cutanea di leucociti

uno dei tre prototipi in azione nella conta cutanea di leucociti

E’ stato sviluppata una nuova tecnica per contare i globuli bianchi senza un esame del sangue, semplicemente applicando un piccolo dispositivo sul polpastrello.

La tecnologia, che combina un sensore ottico con algoritmi, ha già tre prototipi in movimento ed è appositamente progettato per essere utilizzato su pazienti in chemioterapia, che potrebbero conoscere i loro livelli del sistema immunitario in tempo reale.

Una collaborazione tra i centri scientifici e ospedali nella regione di Madrid con il Massachusetts Institute of Technology (MIT, Cambridge, MA, USA) e altri centri nella zona di Boston (MA, USA), ha osservato che l’immunosoppressione (bassa conta dei globuli bianchi) è il principale effetto collaterale per i pazienti che subiscono chemioterapia, che porta a possibili infezioni, ricoveri, ritardi di trattamento e una aspettativa di vita più breve.

Il team sta sviluppando un dispositivo portatile in grado di contare i globuli bianchi, in tempo reale, senza la necessità di un esame del sangue. Il sistema comprende un sensore ottico innovativo in grado di osservare attraverso la pelle le cellule mentre scorrono attraverso una lente in miniatura. Questo nuovo dispositivo, potenzialmente sul mercato nel 2019, potrebbe essere applicato per migliorare il trattamento dei pazienti che sono diventati immunodepressi a seguito di trattamenti di chemioterapia.

Il dispositivo verrebbe posizionato sul dito del paziente, in modo simile a come i pulsossimetri sono utilizzati negli ospedali per misurare i livelli di ossigeno nel sangue. Con una piccola lente, il sistema cattura immagini di capillari molto vicino alla superficie. Quando illuminate a determinate frequenze, la luce viene assorbita dalla emoglobina nei globuli rossi, un effetto che non accade con i globuli bianchi. Ciò significa che i leucociti appaiono come piccole particelle trasparenti che si spostano all’interno del capillare.

Ci sono attualmente tre diversi prototipi. Uno di loro è un microscopio portatile che viene posto manualmente sul dito del paziente catturando un video della microcircolazione nei capillari molto superficiali. Questo dispositivo è già stato testato su 31 pazienti in un ospedale spagnolo e in altri sei al Massachusetts General Hospital. Una seconda versione del prototipo comprende modifiche al microscopio per migliorare la stabilità e la qualità delle immagini. Il terzo è un piccolo pezzo ottico che può essere aggiunto a una macchina fotografica o telefono cellulare per ottenere immagini della microcircolazione nei capillari.

Carlos Castro-Gonzalez, PhD, un bioingegnere, ha detto, “Il nuovo dispositivo consentirà globuli bianchi da misurare in modo semplice e indolore. Gli stessi diabetici vie hanno oggi un glucometro per verificare i livelli di glucosio; pazienti sottoposti a chemioterapia saranno in grado di utilizzare un ‘leukometer’ in futuro per stimare lo stato del loro sistema immunitario. Nelle zone rurali dove l’accesso ai centri di salute è limitata, o in via di sviluppo, questo diventa un enorme vantaggio. Sarebbe anche possibile eseguire misure su base continua, aprendo opzioni di trattamento che in precedenza non erano possibili. ” Lo studio è stato presentato in occasione della Annual International Conference of the IEEE Engineering in Medicine and Biology Society  25-29 AGOSTO, 2015 , Milano (Italia).

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online