Fiale di Vaiolo scoperte durante un trasloco in un campus, secondo allarme sicurezza in due mesi negli USA



virusLa FDA ha rivelato che all’inizio del mese di Luglio sei flaconi di vetro trovati in un ripostiglio in un laboratorio appena fuori di Washington contenevano il virus del vaiolo. E’ stato il secondo incidente in un mese che ha mostrato episodi di incuria nella preservazione di agenti infettivi potenzialmente mortali.

Le fiale sigillate sono stati scoperte il 1 ° luglio 2014 in un laboratorio della Food and Drug Administration presso il National Institutes of Health a Bethesda. Le fiale, che erano state etichettate come “variola”, un altro nome per il vaiolo, sono state inviate immediatamente ai Centers for Disease Control and prevention di Atlanta, dove i test hanno mostrato che effettivamente contenevano il vaiolo. Ulteriori test per determinare se il vaiolo è vitale impieghernno circa due settimane, i centri hanno detto, dopo di che i campioni verranno distrutti.

Il personale di biosicurezza non ha individuato alcun rischio di esposizione infettiva per i lavoratori del laboratorio o del pubblico,secondo dichiarazioni dello stesso CDC.

Il vaiolo è stato dichiarato debellato nel 1980, dopo una lunga campagna di salute pubblica in tutto il mondo. Fino ad ora, i campioni noti del virus erano 2 laboratori ad alta sicurezza presso la CDC ad Atlanta e in Russia.

Il Dr. William Schaffner, uno specialista in malattie infettive presso la Vanderbilt University, ha detto che quando il vaiolo è stato debellato, “ad ogni singolo laboratorio di ricerca al mondo è stato chiesto di setacciare le loro strutture e provvedere alla distruzione di eventuali campioni.” Il fatto che queste fiale siano state trovate in un ripostiglio, ha dichiarato “è curioso oltre ogni immaginazione.”

Le fiale sembrano datate nell’anno 1950. Le fiale sono state scoperte quando gli scienziat isi  stavano preparando per spostare il laboratorio del campus principale della FDA, durante un normale quanto pericoloso trasloco.

Già a metà giugno,  75 scienziati del C.D.C. sono stati potenzialmente esposti a batteri dell’ antrace dopo che i campioni sono stati inviati ai laboratori non equipaggiati per gestire l’agente patogeno. L’agenzia aveva appena testato un nuovo modo per uccidere i batteri. Dopo la spedizione dei campioni, la C.D.C. ha scoperto che il metodo non funzionava come previsto. I funzionari federali hanno detto che la probabilità che qualcuno sia stato esposto è molto esigua, ma un importante numero di scienziati sono stati trattati comunque in via cautelativa.

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online