HIV: Test monouso per livelli di CD4, inizio dei trial clinici



test cellule cd4 monouso per africaI livelli di cellule CD4 determinano quando un paziente affetto da HIV debba cominciare la terapia, ma la diagnosi di tali livelli necessitano di un laboratorio d’analisi completo. La necessità di un test monouso, economico e di facile somministrazione ha permesso lo sviluppo di questo nuovo test che può essere eseguito anche nelle più remote aree geografiche.  L’attuale trattamento dell’ HIV (che colpisce 34 milioni di persone, di cui 31 in paesi in via di sviluppo), è basato su farmaci antiretrovirali (ART), specialmente efficaci se somministrati a bassi livelli di immunodeficienza.

Al momento l’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), consiglia di iniziare la terapia antiretrovirale quando le cellule CD4+ T scendono sotto le 350/µl di sangue, monitorando ogni 3-6 mesi i livelli a fronte della diagnosi di infezione da HIV. Questo test tipicamente richiede l’uso di citometria di flusso, che richiede apparecchiature di supporto e tecnici di laboratorio qualificati. Di conseguenza, l’accesso a laboratori d’analisi dotati di queste caratteristiche vicino al paziente, è sempre stato il limite per l’analisi delle CD4, determinando diffusione di infezioni di AIDS conclamate in zone in via di sviluppo.

La ricerca di una soluzione a questo problema è iniziata nel 2006, quando due gruppi di ricerca del Burnet Institute di Melbourne (Australia), hanno spostato l’attenzione del conteggio delle CD4 dalla mera conta di cellule alla ricerca delle quantità di glicoproteina CD4. Nonostante la quantità di glicoproteina CD4 sia abbastanza costante in ogni cellula T, esistono 3 forme di CD4 nel sangue: CD4 solubile, CD4 da Macrofagi ed infine quella da cellule T, l’unica rilevante per il monitoraggio dell’ HIV. Un test POC (Point of Care, ossia vicino al malato), giunge come prototipo funzionante nel 2011al meeting della IAS (International AIDS society), dove il gruppo di ricerca del Burnet Institute va in cerca di un partner per produrre e commercializzare il test monouso, basato su tecnologia simile a quella dei comuni test di gravidanza, con banda indicatrice a significare il superamento della soglia e la necessità del trattamento. La sfida è stata raccolta dalla Omega Diagnostic Group. Il test, lanciato nel 2012 al meeting IAS a Washington, vedrà il primo trial clinico nell’agosto 2013 in Mozambico e Zimbawe. Seguiranno SudAfrica, Kenya e India

 

 

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online