Protocollo di inattivazione e smaltimento di Bromuro di Etidio (C21H20BrN3)

inattivazione e smaltimento di bromuro di etidio

C21H20BrN3

Il bromuro di Etidio è un composto utilizzato nell’ambito delle preparazioni per fluorescenza. Si tratta di una molecola in grado di intensificare di un fattore 20x la visualizzazione di DNA o RNA ed è un tipico intercalante di acidi nucleici.  Si tratta di una molecola altamente cancerogena e mutagena, e necessita di inattivazione e smaltimento specifico, ad esempio a seguito di utilizzo in elettroforesi su agarosio in gel. L’intero protocollo va svolto in cappa chimica a ventilazione forzata di classe 2 con l’ausilio di guanti in vinile ed occhiali protettivi.

 

SOSTANZE DA PREPARARE:

  • Acido Solforico 3M (soluzione con 3 moli litro di H2SO4)
  • Permanganato di potassio (KMnO4)

PROTOCOLLO:

  1. Preparare in ghiaccio 830 ml di H2O ghiacciata e versare lentamente 170ml di H2SO4 concentrato. E’ necessario versare lentamente e poco alla volta ricordando di mescolare con bacchetta in vetro per uniformare la soluzione, in quanto la reazione libera forte calore. E’ consigliabile lasciare la soluzione sempre in ghiaccio per sicurezza durante la preparazione.
  2. Inserire termometro in vetro ed attendere che la soluzione raggiunga temperatura ambiente.
  3. Preparare la soluzione ossidante finale aggiungendo un cucchiaio di permanganato di potassio e far sciogliere agitando con bacchetta in vetro.
  4. Dopo aver portato il gel in contenitore chiuso in cappa, ridurlo in piccoli pezzi, ed inserire in soluzione (che è più efficace appena dopo la preparazione), e lasciar riposare almeno 12 ore, sempre in cappa.
  5. Diluire almeno 10 volte la soluzione risultante con acqua e versare nel lavandino, avendo cura di far scorrere il flusso anche per un minuto successivo allo smaltimento.
  6. Prelevare la fase solida e sciacquarla con acqua, per poi gettarla in sacchetto destinato alla termodistruzione, di solito di colore giallo.