Stupefacenti, come lavorano i laboratori forensi della polizia scientifica



test stupefacenti droghe laboratorioQuando c’è un omicidio,  un incendio sospetto o  un incidente stradale fatale, polizia e soccorritori non sono gli unici a partecipare alle indagini. Anche gli scienziati forensi, o polizia scientifica, svolgono un ruolo importante. Essi raccolgono campioni della scena del crimine per analizzarli in un laboratorio forense.
La scienza forense è una disciplina che applica l’analisi scientifica al sistema giudiziario, spesso per aiutare dimostrare la sequenza degli eventi di un crimine, concentrandosi sull’identificazione di persone e sostanze. Tali campioni possono includere sangue, saliva, fibre, tracce di pneumatici, droghe, alcool, scaglie di vernice e residui di arma da fuoco.
Utilizzando apparecchiature di laboratorio, gli scienziati forensi identificano i componenti dei campioni e li comparano con altri già in possesso delle forze dell’ordine. Ad esempio, possono stabilire che una scaglia di vernice trovata su una vittima di incidente proviene da un determinato tipo di auto, una fibra trovato sulla scena di un omicidio apparteneva ad una giacca di Armani o un proiettile è stato sparato da una pistola precedentemente registrata.

In realtà, i laboratori forensi sono spesso chiamati a identificare polveri sconosciute, liquidi e pillole che possono essere droghe illecite. Questa attività consuma circa il 95% delle risorse di un laboratorio di polizia scientifica. Ci sono fondamentalmente due categorie di prove forensi utilizzati per analizzare le droghe e altre sostanze sconosciute: Test presunti (quali le prove colore) danno solo un’indicazione di quale tipo di sostanza è presente – ma non possono identificare specificamente la sostanza. Test di conferma, come la spettrometria o gascromatografia, sono più specifici e possono determinare l’identità esatta della sostanza.

Test utilizzati

purezza cocaina test laboratorioSolitamente disponibili come monouso,  i test colorimetrici possono facilmente dimostrare la presenza di numerosi stupefacenti di largo consumo. In aggiunta a questi test, i risultati vengono successivamenti confermati con test microcristallino. Le sostanze, opportunamente diluite, vengono osservate durante la fase di cristallizazione al microscopio ottico, con opportune tabelle che identificano pattern unici di microcristallizazione. Nel caso di sostanze che vengono tipicamente “tagliate” e di cui si voglia conoscere la quantità di principio attivo, esistono ulteriori monouso in grado di identificare, a fronte di un test presunto, la “purezza” del campione. Al contrario di quanto si possa credere, l’utilizzo di gascromatografia e spettrometria di massa è saltuariamente utilizzato dalla polizia scientifica, se non in casi di estrema incertezza o di processi in cui il dato venga confutato in base a parametri di negligenza nella preservazione del campione. Nonostante la maggior precisione e capacità di individuare enantiomeri non ancora classificati di droghe sintetiche, il costo della manutenzione e delle colonne cromatografiche risulta ancora troppo elevato per laboratori che tipicamente utilizzano tale tecnologia in maniera saltuaria, ed il loro utilizzo è confinato ai grandi laboratori che collaborano all’individuazione di nuove droghe con agenzie governative a livello europeo. Nella tabella seguente alcuni dei più comuni test colorimetrici.

Tipo di test

Composti chimici coinvolti

Significato del risultato

Marquis Color

Formaldeide e acido solforico concentrato Eroina, morfina e la gran parte degli oppiacei farà virare la soluzione verso il color porpora. Le anfetamine verso l’arancio-marrone.

Cobalto tiocianato

Cobalto tiocianato, acqua distillata, glicerina, acido cloridrico, cloroformio La cocaina farà virare la soluzione verso il blu

Dillie-Koppanyi

Cobalto acetato e isopropilammina I barbiturici faranno virare la soluzione  verso il blu o porpora

VanUrk

P-dimetilaminobenzaldeide, acido cloridrico, alcool etilico L’ LSD farà virare la soluzione verso il blu porpora

Test di Duquenois-Levine

Vanillina, acetaldeide, ethyl alcool, cloroformio La Marijuana farà virare la soluzione verso il porpora.
aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online