Tecnica per l’utilizzo di sangue congelato, rimozione rapida del glicerolo rivoluzionerà i centri trasfusionali



criopreservazione-glicerolo-emobancheE’ stata presentata una nuova metodica per preparare rapidamente i globuli rossi congelati per trasfusioni, che potrebbe offrire un importante nuovo modo di gestire la fornitura di sangue a livello mondiale.

Nonostante sia possibile criopreservare globuli rossi umani in presenza del 40% glicerolo, ciò avviene raramente causa del processo che richiede tempo per scongelare e rimuovere il glicerolo dal sangue, che può richiedere un’ora o più e rende logisticamente difficile da usare il sangue congelato.

I Bioingegneri presso l’Oregon State University (Corvallis, OR, USA) hanno fabbricato un apparecchio per la deglicerolizazione dei globuli rossi utilizzando un dispositivo a microfluidi costituito da due microcanali separati da una membrana da dialisi. Hanno usato un modello matematico che descrive il trasferimento di massa all’interno del dispositivo mostrando che le previsioni sono coerenti con le misure sperimentali di composizione della soluzione e di emolisi allo sbocco del dispositivo.

Il dispositivo consiste in due fogli con pattern al laser Kapton (DuPont, Wilmington, DE, USA), una membrana AN69 da emodialisi, e una custodia in acrilico trasparente. Il dispositivo è stato sigillato serrando le viti intorno al perimetro della custodia con una chiave dinamometrica per garantire una distribuzione uniforme della pressione attorno alle piastre.

Gli scienziati hanno scoperto che i globuli rossi congelati-scongelati possono essere fatti scorrere attraverso un dispositivo a membrana microfluidica senza provocare eccessivi danni meccanici; previsioni di composizione e di soluzione di volume delle cellule sono in ragionevole accordo con i dati sperimentali. Questa scoperta apre nuove opportunità per il modello guidato la progettazione di processi deglicerolizzazione microfluidica. Utilizzando un processo microfluidico a quattro fasi, è teoricamente possibile rimuovere il glicerolo in meno di tre minuti, più di un ordine di grandezza più veloce rispetto ai metodi attuali.

Adam Z. Higgins, PhD, professore associato e coautore dello studio, ha detto: “Solo una piccola parte del nostro apporto di sangue è ora congelato, perché è spesso impraticabile aspettare così a lungo, quando una trasfusione è necessaria immediatamente. A causa di ciò, il nostro intero sistema dipende costantemente dall’utilizzo e la fornitura di prodotti ematici che possono durare solo sei settimane o meno con la refrigerazione. Questo è difficile, e può portare a perdita di sangue troppo vecchio, e altre inefficienze che potrebbero essere risolte con l’uso di sangue congelato. ” Lo studio è stato pubblicato il 28 ottobre 2014, nella rivista Biomicrofluidics.

aziende laboratorio italiane diagnostica biologia molecolare Esami ed analisi diagnostiche : elenco completo protocolli da laboratorio e metodiche acquista-online