Primo stabilimento biofarmaceutico modulare, GE ci prova in Cina

Primo stabilimento biofarmaceutico modulare, GE ci prova in Cina

11/12/2013 Off By LabIta
Stabilimento produzione farmaci General Electric cina

Un modello del futuro stabilimento modulare GE Healthcare

GE Healthcare Life Sciences (una business unit di GE Healthcare), insieme a JHL Biotech , un fornitore di sviluppo di processo e servizi di produzione biofarmaceutica, ha annunciato che costruirà il primo stabilimento biofarmaceutico modulare (chiamato KUBio ™ )   in Cina per la JHL Biotech stessa. Il sito per il nuovo stabilimento, che sarà pienamente operativo a partire dall’inizio del 2015, è il Biolake Science Park a Wuhan, in Cina .

“KUBio” è un nuovo approccio per costruire prontamente un’unità produttiva biofarmaceutica, offrendo ai clienti un impianto di bioprocessing completamente funzionale, pronto per la produzione in 14-18 mesi, tempo significativamente più breve rispetto alla costruzione di un impianto tradizionale. Pre-progettato e prefabbricato in blocchi per soddisfare i requisiti cGMP , KUBio aiuta i produttori, come JHL Biotech, a rispondere alle esigenze sanitarie locali e supportare i clienti globali nel commercializzare (e delocalizzare ?, ndr.) più rapidamente le proprie soluzioni.

L’ approccio chiavi in ​​mano innovativo di GE Healthcare comporterà l’assemblamento presso il sito JHL Biotech a Wuhan, Cina dei moduli pre -costruiti, equipaggiati con tecnologie di classe mondiale di GE Healthcare per la fabbricazione di prodotti biofarmaceutici. Dopo il completamento , l’impianto JHL Biotech KUBio avrà una superficie di circa 2.400 m2 e conterrà una serie di bioreattori monouso da 2.000 L. L’agilità di realizzazione di una soluzione di questo tipo, il costo contenuto, e l’apertura dei mercati Asiatici alle multinazionali biotech degli ultimi anni, fanno ben intendere la direzione i cui andranno gli investimenti dei grandi gruppi del comparto Life Science in termini di produzione.